Concerto di apertura del VI "Fondi Music Festival"

Domenica 22 Gennaio 2017 Auditorium comunale

E’ stata presentata nella mattinata di Giovedì 19 Gennaio u.s., in una conferenza stampa tenutasi presso il Castello Caetani, la VI edizione del “Fondi Music Festival”, manifestazione organizzata dall’Associazione Fondi Turismo in collaborazione con il Comune di Fondi, il Parco Naturale Regionale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi, la Banca Popolare di Fondi, Charlie Eventi e l’Associazione musicale “Ferruccio Busoni”. All’incontro con gli operatori dell’informazione hanno preso parte, oltre al Direttore artistico del festival M° Gabriele Pezone, il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo e il Direttore del Parco Ausoni Crescenzo Fiore.

Il concerto di apertura della nuova stagione, dopo l’anteprima di Capodanno, si terrà Domenica 22 Gennaio p.v. alle ore 18.30 a Fondi presso l’Auditorium comunale e vedrà esibirsi l’Orchestra da Camera “Città di Fondi”, il pianista Simone Sala, il tenore Paolo Bartolucci e il direttore d’orchestra Gabriele Pezone, che presenterà i brani eseguiti nel corso della manifestazione. Il programma prevede l’esecuzione di opere di Mozart (​Ouverture da “Le nozze di Figaro”), Liszt (“Concerto per pianoforte ed orchestra n. 1 in Mi bemolle maggiore S 124 - Allegro maestoso, Quasi adagio, Allegretto vivace - Allegro animato, Allegro marziale animato), Verdi (Preludio al I atto de “La Traviata”), Puccini (“E lucevan le stelle”), Mascagni (Intermezzo da “Cavalleria rusticana” e “Mamma, quel vino è generoso”) e nuovamente Verdi (Ouverture da “Nabucco”).

Biglietti fino ad esaurimento (posto unico 10 Euro, ridotto fino a 25 anni e over 65: 5 Euro). Per info e prenotazioni: 347-1434465.

Simone Sala è un pianista e compositore italiano che ha fatto della poliedricità e dell’eclettismo l’epicentro del suo messaggio artistico attraverso la scelta di un repertorio che spazia dalla Classica al Latin Jazz. Diplomatosi in Conservatorio a soli 20 anni, con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore, vince una borsa di studio integrale presso la Southern Methodist University di Dallas dove ha occasione di studiare e conseguire la seconda laurea. Vincitore di più di 30 di premi nell’arco di 15 anni di partecipazioni alle competizioni pianistiche di tutto il mondo,  nonché della Medaglia al merito della Regione  Molise e di quella Onorifica della Presidenza della Repubblica Italiana, riservate ai giovani che hanno particolari meriti nell’ambito della cultura e delle arti, Sala svolge un’intensissima attività volta al concertismo e alla produzione di eventi musicali collezionando una lunghissima serie di perfomance in Italia, Spagna, Inghilterra, Polonia, Stati Uniti, Sud America e Thailandia sia da solista che con gruppi da Camera oltre che come solista con Orchestra. Ha al suo attivo 2 album personali – Duende (2011) e Notes (2014) – e da 10 anni riveste il doppio ruolo di Direttore artistico in manifestazioni culturali di rilievo, collaborando in qualità di pianista o di art director con moltissimi artisti tra cui Billy Cobham, Al di Meola, Tullio de Piscopo, Michel Camilo, Vinicio Capossela, Mario Biondi, Gino Paoli, Danilo Rea, Silvia Mezzanotte, Michele Placido, Stefano Bollani, Roberto Gatto e Peter Erskine, Renzo Arbore.

Formatosi con illustri cantanti, Paolo Bartolucci si è perfezionato con Nazzareno Antinori,  Gianni Raimondi e Romano Emili. Vincitore del Concorso Internazionale “Città di Pisa -Titta Ruffo” per il ruolo di Canio ne “I pagliacci”, è stato scelto dalla RAI per commemorare il grande tenore Beniamino Gigli in diretta da Macerata. Successivamente al debutto al “Rome Festival” come Alfredo ne “La Traviata”, inizia la sua carriera in Italia e all’Estero in “Madama Butterfly” (Pinkerton) e “Tosca” (Cavaradossi), in Georgia e nella tournèe italiana del Teatro Lirico Europeo, a Palermo, Catania, Agrigento, Piacenza, Genova. Viene scelto dal Leoncavallofestival per interpretare Canio ne “I pagliacci” nel 150° dalla nascita di Leoncavallo. Negli ultimi anni si è esibito in numerosi Concerti e Gala Operistici in tutti il mondo (Italia, USA, Germania, Bulgaria, Svezia, Olanda, Belgio, Argentina).

Gabriele Pezone ha studiato pianoforte con Antonio Luciani, diplomandosi  presso il Conservatorio di Latina con Salvatorella Coggi e in musica corale e direzione di coro con Mauro Bacherini. Ha studiato Organo e composizione organistica con Luigi Sacco e composizione con Alberto Meoli, improvvisazione organistica con Stefano Rattini e si è perfezionato in organo con Mariella Mochi e Olivier Latry e in pianoforte con Alessandra Ammara e Roberto Prosseda. Ha studiato animazione liturgica con Marco Frisina e direzione d’orchestra con Nicola Samale e Deian Pavlov. Ha diretto orchestre in tutto il mondo (tra cui Bulgaria, Messico, Yucatan, Polonia, Turchia, USA, Italia, Ecuador, Ucraina, Egitto, Repubblica Ceca, Macedonia) e numerose opere, tra cui “La Traviata” (teatro “Manzoni” di Cassino), “Madama Butterfly” (teatro “D’Annunzio” di Latina) e “Tosca” (Serate Borgiane di Nepi). Si è anche esibito, come pianista o organista, in Croazia, Francia, Svezia, Australia, Danimarca, Spagna, Hong Kong e Nuova Zelanda. E’ fondatore dell’Orchestra da Camera “Città di Fondi”. Nel 2006 è risultato essere il vincitore del Premio Internazionale “Giuseppe Sciacca”, consegnatogli presso la Camera dei Deputati. E’ il direttore artistico del “Fondi Music Festival”, del “Festival Organistico Pontino” e dei corsi di perfezionamento musicale di “InFondi Musica”. Sue esecuzioni sono state trasmesse da TVP (Polonia), RadioMaria, SAT2000, RaiUno e RaiTre. Ha registrato per la rivista “Amadeus”. Da fisarmonicista ha vinto il “Best Music Award” all’8° Nicosia International Folk Dance Festival (Cipro).


www.fondicittasmart.it

#fondiCittaSmart

#laCittaAportataDiMano

#noApp