Premio Nazionale di Poesia Libero de Libero - XXXII edizione

Sabato 3 Settembre 2016 Castello Caetani

Sabato 3 Settembre p.v. alle ore 18.00 presso la Sala convegni del Castello Caetani di Fondi si svolgerà la XXXII edizione del Premio Nazionale di Poesia Libero de Libero, organizzata dall’Associazione Confronto con il patrocinio del Comune di Fondi.

L’edizione 2016 si svolgerà in due fasi: la sezione A (opere inedite) il 3 Settembre; la sezione B (Scuole e poeti pontini) il 4 Dicembre prossimo.

Tra le novità di quest’anno vi è la composizione della commissione giudicatrice: Pasquale Maffeo (Presidente), narratore (i romanzi “L’angelo bizantino”, “Prete Salvatico”, “Nipoti di Pulcinella”, “Il Mercuriale”, “Il nano di Satana” e i racconti di “Lunario dei lazzari” e “La luna nel paniere”), poeta (l’intera produzione nel volume “Nostra sposa la vita”), saggista, critico, biografo (“Salvator Rosa com’era”, “Giorgio La Pira”, “Federigo Tozzi”) e traduttore (Collins, Blake, Keats, Dickens, Rossetti); Giuseppe Langella, Ordinario di Letteratura Italiana moderna e contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (sedi di Milano e Brescia), dirige il Centro di ricerca “Letteratura e Cultura dell’Italia Unita” ed è Coordinatore della Commissione didattica per Lettere moderne; Liliana Biondi, Ricercatore confermato e docente nel gruppo disciplinare L-FIL-LETT/14 (Istituzione di Critica letteraria e letterature comparate), insegna Critica letteraria presso il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli studi dell’Aquila, docente incaricato presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose dell’Aquila; Leone D’Ambrosio, poeta (l’ultima raccolta è “La stanza d’Ippocrate”, Laterza 2016), di recente ha pubblicato il saggio critico “Museo. La poesia ceneriera di Libero de Libero” (Ensemble 2016) che la rivista “Patria Letteratura” ha definito «un magistrale, atteso e necessario lavoro di ripresentazione critica dell’opera di uno dei più geniali e singolari poeti del Novecento poetico italiano capace di influire anche sui cammini poetici oltre confine»; Aldo Onorati, scrittore e traduttore, tiene conferenze in Italia e all’estero, commentatore della “Divina Commedia” nella sua funzione di dantista, tiene corsi sulla storia della Letteratura ed è conferenziere incaricato da Enti e Comuni; Grazia Sotis, scrittrice, in occasione della mostra collettiva “Stanze d’Artista” è stato presentato il suo libro “Sulle tracce di segni creativi”, testo critico sui maggiori artisti della nostra terra a partire da Antonio Sicurezza, sino a Gerardo De Meo e Normanno Soscia.

Per questa XXXII edizione la giuria ha prima condensato un gruppo di sillogi relativamente a Maria Silvia Riversi (L’Aquila), “Felicità”; Giusi Belluomo (Catania), “Identità siciliana”; Alessandro Di Marco (Salerno), “La natura e l’oltre”; Virginia Macchiaroli (Termoli - CB), “Pensieri e parole”; Teresa Tartarini (Bologna), “Le tele e le attese”; Maria Cardi (Scauri), “Il palcoscenico della vita”; Clara Di Stefano (L’Aquila) “Sull’orlo del giorno”, per poi racchiudere la cernita ai lavori poetici di Teresa Tartarini, Maria Cardi e Clara Di Stefano. Tra queste tre poetesse la Giuria ha scelto quella vincitrice, il cui nominativo sarà annunciato la sera della premiazione, nel corso della quale sarà assegnato il Premio alla carriera al poeta Manfredo di Biasio.


www.fondicittasmart.it

#fondiCittaSmart

#laCittaAportataDiMano

#noApp